Comunità Montana Partenio - Vallo di Lauro

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Sirignano

Il Comune

Sirignano (Av) si trova in territorio baianese e, secondo un documento del borgo medioevale, sarebbe nato nel 1130. Le sue origini, però, sono anteriori, perché il nome deriverebbe da un fondo rustico romano appartenuto ad un "serianus", dal cui nome, per corruzione fonetica, è poi derivata l'attuale denominazione del paese. Nel Medioevo, Sirignano fu un “casale di Avella” e feudo degli Angioini. successivamente diventò proprietà dell'Abbazia di Montevergine, della Real Casa della Santissima Annunziata di Napoli e di vari casati nobili. Il paese ha dato i natali a Raimondo de Gennaro di Sirignano, fra i protagonisti della Repubblica Partenopea del 1799, e al Principe Giuseppe Caravita, nipote di Tomasi di Lampedusa e sindaco del paese nel 1888. Due sono le tappe principali da rassegnare a Sirignano: il Palazzo Caravita e la Chiesa S. Andrea apostolo. Il primo è conosciuto anche come “Palazzo del Principe”, e appare citato, per la prima volta, nel catasto onciario del 1754. Allora apparteneva ai Caracciolo della Gioiosa, poi passò ad altri proprietari, fino ad appartenere a Giuseppe Caravita, principe di Sirignano. A lui va il merito di aver trasformato il palazzo nobiliare in un famoso salotto letterario, frequentato da tanti personaggi celebri, fra i quali il poeta Salvatore di Giacomo ed il tenore Enrico Caruso. La chiesa S. Andrea apostolo, edificata nel XVI sec., è dedicata al Santo Patrono. Restaurata nel XVIII secolo, ha finito per assumere l’attuale stile barocco. Fra le diverse opere d'arte custodite all’interno, vi è un quadro del XVIII secolo raffigurante la Vergine Maria. Degna di menzione è anche la Cappella del SS. Rosario che può vantare un dipinto del XVIII secolo della "Madonna del Rosario".





Prodotti Tipici

Dove Dormire

Dove Mangiare

Servizi - Artigianato