Comunità Montana Partenio - Vallo di Lauro

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Ospedaletto d'Alpinolo

Il Comune


Ospedaletto d'Alpinolo
Ospedaletto d'Alpinolo Superficie: Kmq 5,6
Altitudine: 725 m. s.l.m.
Abitanti: 1.641

Silenzioso, accogliente, favorito dalle ottime condizioni climatiche, a 725 metri d'altezza sulle pendici del Massiccio del Partenio, il Comune è storicamente legato al Santuario di Montevergine Santuario. In un raro testo settecentesco si trova la seguente descrizione: "Ospedaletto, Hospitaletum, Terra nel Regno di Napoli nella Provincia di Principato Ultra. Essa giace alle radici di Montevergine su d'un falso piano; ed è così ben fabbricata, che fa meraviglia a chiunque vi capita. Vi sono de' belli palazzi, e delle Famiglie civili assai, e comode."

La Storia


Ospedaletto d'Alpinolo

Il territorio è abitato da epoche remote, come testimoniato dalla presenza di resti di tombe di epoca pre-romana in contrada Curti, in località  Piana e al Demanio.
Il centro abitato odierno, tuttavia, è molto più recente. Anzi, a differenza di molte città  e castelli antichi, Ospedaletto vanta una data di nascita precisa, debitamente tramandata in un apposito documento, conservato presso la Biblioteca di Loreto in Mercogliano. Il Borgo, infatti, fu fondato, nel gennaio 1178 con il nome di "Casale delle Fontanelle", al fine di riunire i vassalli del santuario di Montevergine ed offrire ospitalità  ai pellegrini ed agli stessi monaci.
Sin dall'origine, dunque, Ospedaletto ebbe uno strettissimo legame con il Santuario mariano ponendosi nel dominio feudale dell'abbazia. Quando fu trasferito alla Chiesa di Santa Maria del Preposito, assunse la denominazione del "Casale di Santa Maria del Preposito".
Il nome di Ospedaletto ha origine dall'Ospedale di San Tommaso, gestito direttamente dai frati, come risulta da un documento del novembre 1184, che ebbe ospiti illustri come Federico II. La sua funzione era di ospitare e far riposare i pellegrini prima di affrontare la salita del monte per far visita al Santuario.
Così, nel tempo, il casale prese il nome di "Casale dell'Ospedale di Montevergine". Solo nel 1463 compare, per la prima volta il toponimo "Ospedaletto", in uno strumento notarile.
Notevoli furono le vicissitudini che nel corso dei secoli influirono sulla storia del paese, dalle continue lotte con il potente feudatario di Summonte, alle continue distruzioni per incendi e terremoti.

Monumenti



Ospedaletto d'Alpinolo

Cappella della Misura o Sedia della Madonna
Incamminandosi per un antico sentiero, a piedi, pellegrini e turisti incontrano la "Sedia della Madonna". Una roccia sulla quale la leggenda narra che la Vergine Maria, nel suo cammino verso il monte, si sedette a riposare. Si dice che chiunque ci si sieda la trovi adatta alle proprie fattezze.
Cappella dello Scalzatoio - (Sec. XII)
Luogo suggestivo e ricco di storia la Cappella dello Scalzatoio: ormai solo dei ruderi dove ancora oggi i pellegrini che si recano a Montevergine si tolgono le scarpe per continuare il pellegrinaggio a piedi. E' situato a circa 400 metri dalla Cappella della Misura o Sedia della Madonna.
Contrada Curti e località  Piana - (Età  Pre-Romana)
In contrada Curti, in località  Piana e al Demanio sono stati effettuati i ritrovamenti archeologici più importanti di Ospedaletto d'Alpinolo, consistenti in resti di tombe di epoca pre-romana.
Fontana del Tritone - (Sec XX)
La fontana del Tritone, simbolo del paese, situata in Piazza Demanio, fu realizzata all'inizio del '900 dagli scalpellini locali. E' uno dei monumenti più rappresentativi del paese. Particolarmente gradevoli le sue acque di sorgente.
Monumento ai Caduti di guerra - (Sec XX)
Il monumento ai caduti di guerra è uno dei beni storici più recenti. E' stato realizzato nel ventesimo secolo da uno scultore locale in memoria dei caduti della grande guerra. E' costituito da un cannone e un blocco di marmo che reca i nomi dei caduti. Sul blocco la figura di un soldato armato di fucile.
Monumento al Pellegrino - (Sec XX)
Il monumento al Pellegrino, un gruppo statuario di recente costruzione, fu eseguito su disegno dell'abate Virginiano Vignanelli. Rappresenta la scena di un pellegrinaggio diretto al Santuario di Montevergine.

Paesaggio


Ospedaletto d'Alpinolo

Il territorio presenta piacevoli contrasti cromatici tra il verde dei boschi, il grigio e il bianco delle rocce brulle che intercalano il paesaggio, i gialli e i rossi dei vigneti.
I boschi di Montevergine e Cupitelle, oltre i 1300 metri d'altezza, sono costituti da essenze di faggio, agrifoglio e acero napoletano. A monte del paese nasce il torrente Vallone delle Toppole che scorre ai confini con Summonte e lambisce un esteso bosco di castagno.
Di notevole fascino le escursioni verso il Santuario di Montevergine. Incamminandosi per un antico sentiero, a piedi, pellegrini e turisti incontrano la "Sedia della Madonna", una roccia sulla quale la leggenda narra che la Vergine Maria, nel suo cammino verso il monte, si sedette a riposare. Si dice che chiunque ci si sieda la trovi adatta alle proprie fattezze.
Zona di ripopolamento per cinghiali e lepri, conserva numerose specie: martore e faine, avvistate nei pressi del centro abitato; raganelle e salamandre pezzate appenniniche, presso i ruscelli oltre i mille metri di quota.
Tra i centri appartenenti al Parco Naturale Regionale del Partenio, tappa del Sentiero Italia realizzato dal C.A.I., all'interno del Sito d'interesse Comunitario Dorsale dei Monti del Partenio, conserva un patrimonio boschivo notevole, corsi d'acqua sotterranei e grotte naturali ancora inesplorate.

Eventi


Carnevale di Zeza - Carnevale
Estate ospedalettese - luglio-agosto
Festa della Madonna del Carmelo - settembre
il famoso rito della "juta a Montevergine" che rievoca e ripropone gli antichi pellegrinaggi al Santuario
Fiera permanente del torrone - Settembre.
Maggiolino party - 26 e 27 maggio
7° edizione biennale del Raduno Nazionale del Maggiolino e derivati

BABA' PARTY con degustazione gratuita - MOSTRA SCAMBIO RICAMBI - MOTOR SPORT - MODELLISMO - GARA DI ACCELERAZIONE MOTORI e per i più piccoli MAGGIOLINOLANDIA
Raduno Nazionale del Maggiolino - maggio
edizione biennale del Raduno Nazionale del Maggiolino e derivati

BABA' PARTY - MOSTRA SCAMBIO RICAMBI - MOTOR SPORT - MODELLISMO - GARA DI ACCELERAZIONE MOTORI e per i più piccoli MAGGIOLINOLANDIA
Sagra del Torrone - fine luglio
Sagra della fragola - Giugno



Prodotti Tipici

Dove Dormire

Dove Mangiare